fbpx
  • Visualizza:
  • Commerciale
  • Pubblico
  • Ospedaliero
  • Religioso
  • Residenziale
  • Scolastico
  • Sportivo
  • Terziario
Italia/Bolzano  
Pedevilla Architects

Casa sul Rio Selva dei Molini

La casa monofamiliare ideata dai Pedevilla Architects sorge a Molini di Tures, in Alto Adige, lungo la riva del Rio Selva dei Molini che, in corrispondenza dei margini dell’abitato del villaggio, va a confluire nel fiume Aurino. L’edificio, la cui posizione arretrata rispetto al tessuto viario del paese ne rende pressoché impossibile la vista dalla viabilità pubblica, si erge a breve distanza dall’argine del fiume come candido monolite sfaccettato,
riproduzione miniaturizzata dei paesaggi innevati circostanti, reinterpretati a scala architettonica mediante un linguaggio astratto nella caratterizzazione plastica e materica degli esterni. Il volume corrisponde a un prisma a base pentagonale, articolato su tre livelli fuori terra più uno seminterrato e concluso superiormente da una copertura a doppia falda asimmetrica, le cui linee di gronda, in leggero aggetto rispetto al filo della muratura, riverberano le giaciture dei crinali delle Alpi su cui si staglia.
La massa architettonica – bucata da finestre quadrangolari prive di dettagli (eccezion fatta per un esile davanzale bianco) e arretrate sul filo murario interno – presenta un trattamento superficiale sui toni del bianco sporco, ottenuto con di sabbie locali, calce e cemento stese con effetto spugnato per enfatizzare i giochi di luce e ombra; il manto di copertura è invece realizzato con lose di pietra, colorate anch’esse di bianco per accentuare l’elementare unitarietà e geometricità del manufatto.
Alla modellazione plastica dell’involucro fa da contrappunto una distribuzione verticale degli spazi interni articolata attraverso un sistema di piani ammezzati e di sezioni a tutta altezza utili a condurre in basso la luce naturale e aprire prospettive lunghe tra i vari livelli. La scansione degli ambienti fa riferimento ai modelli tradizionali dell’abitare, con le funzioni accessorie (parcheggio e deposito) al piano interrato, gli ambienti di convivialità al piano terreno, la zona notte al piano primo e un luogo di soggiorno più riservato al piano sottotetto.
Le atmosfere interne restituiscono un’immagine di sobrietà e naturalezza grazie all’utilizzo di un ridotto repertorio di materiali del luogo
che caratterizzano le superfici, gli arredi su misura, gli infissi e gli apparecchi illuminanti, realizzati artigianalmente da maestranze locali. La sobria raffinatezza delle materie e delle lavorazioni bilancia la rigorosa contemporaneità dell’assetto generale della casa attraverso texture e cromie riconoscibilmente tradizionali e domestiche. Il laconico candore delle prospettive interne esalta la ricchezza figurale e cromatica del paesaggio, che pervade le stanze attraverso generose finestre irregolarmente e abilmente posizionate in modo da offrire molteplici vedute sulle montagne circostanti.
Il radicamento al contesto dell’architettura dell’oggi, con ancor più evidenza in un luogo dalle valenze naturalistiche così spiccate, si deve manifestare nella lettura e nel rispetto dell’ambiente costruito e delle sue tradizioni quanto di quello naturale e dei suoi equilibri. I Pedevilla Architects, piuttosto che trovare soluzioni specifiche alle singole tematiche, vi rispondono in maniera sintetica, adoperando una soluzione costruttiva che fonde tradizione e innovazione: un involucro massivo portante in laterizio di 50 cm che, da un lato, concretizza la volontà di conferire un aspetto monolitico al manufatto, dall’altro, garantisce il raggiungimento di ottime prestazioni in termini di sostenibilità ambientale, efficienza energetica e comfort interno. Per la realizzazione è stato scelto il sistema Porotherm Plan 50 T di Wienerberger (blocchi di laterizio rettificato dall’elevata resistenza meccanica), dotato di ottimo potere di isolamento termico-acustico e grande traspirabilità, che ha permesso il raggiungimento della certificazione energetica CasaClimaB, corrispondente ad un consumo energetico inferiore a 50 kWh/ m²a ovvero a quello di una cosiddetta “casa da 5 litri” (consumo di 5 litri di gasolio annui per m2).

Antonio Acocella,
Architetto, PhD, partner AFSa


Scheda tecnica

 

Oggetto: Casa sul Rio Selva dei Molini
Località: Molini di Tures, Bolzano
Progetto architettonico: Pedevilla Architects
Cronologia: 2012-2014
Fotografie: Gustav Willeit (realizzazione),Gustav Willeit (realizzazione),Pedevilla Architects (cantiere)