fbpx
Iran/Teheran  
HOOBA Design Group

Laterizio polifunzionale

La reinvenzione del mattone come elemento non solo opaco ma anche filtrante, diventa l’occasione per creare una facciata tutta in laterizio, dove l’ingresso dell’aria e della luce avviene tramite la foratura del laterizio stesso, che diventa anche schermatura apribile, per garantire protezione dalla radiazione solare

Il progetto per la sede della Kohan Ceram Brick Manufacturing Company sperimenta tutte le potenzialità del laterizio e ne mostra la valenza quale materiale principale declinabile in molteplici funzioni.
A partire dal mantenimento della struttura esistente in calcestruzzo armato, dovendo il laterizio essere il protagonista dell’immagine dell’edificio, l’architetto ha voluto progettare un mattone speciale (spectacled brick), che diventasse elemento base dell’intero involucro, assolvendo a diversi ruoli: muratura perimetrale termica, rivestimento della struttura in calcestruzzo, filtro trasparente, filtro bucato per l’ingresso dell’aria, schermatura mobile.
Il mattone è stato realizzato creando due bucature tonde (come fosse un occhiale), che portano a tre diverse declinazioni: bucato, con due grandi fori; con due inserti vetrati nei fori, simmetrici, di forma circolare; pieno, ma con impresso il disegno dei due cerchi. La modularità dell’elemento costruttivo diventa la regola compositiva dell’intero volume, che si articola in parti a sbalzo, logge rientranti,
doppie pelli perimetrali, ospitando elementi vegetali nelle cavità. Poche sono le finestre visibili in facciata, mentre dominano le variazioni del trattamento del mattone, che protegge le superfici trasparenti dalla radiazione solare, ma lascia filtrare aria e luce naturale negli spazi interni. In alcune parti dell’edificio la facciata è stata estesa verso l’interno, formando vuoti profondi (fino a 5 m) per portare luce naturale e ventilazione.
Il mattone come rivestimento diventa tema dominante anche degli spazi interni, dove le pareti sembrano un’estensione di quelle esterne, in un gioco di ambiguità tra interno ed esterno.
L’edificio appare sia introverso sia estroverso: di giorno sembra impenetrabile dall’esterno, ma è in realtà permeabile per chi è all’interno, grazie alla traforatura dell’involucro; di notte, quando si illumina all’interno, la permeabilità rende visibile gli spazi interni verso l’esterno. Dato il clima continentale arido, con inverni abbastanza freddi, ed estati molto calde e soleggiate, il laterizio è materiale ideale per la
protezione dall’irraggiamento e per l’inerzia termica, garantendo all’edificio un funzionamento passivo, e dunque il benessere con ridotto impiego di impianti ed energia. A questi vantaggi si aggiunge la foratura che permette la ventilazione naturale e l’applicazione del mattone anche nelle schermature mobili, azionabili dagli utenti in modo da controllare l’illuminazione diurna e l’irraggiamento, favorendo la protezione delle parti vetrate.
Grazie al carattere fortemente innovativo, il progetto ha vinto il RIBA International Emerging Architect 2021, giudicato di “moderazione, invenzione ed eleganza”, oltre che rispettoso dell’ambiente circostante, dimostrando che la contemporaneità del progetto si può esprimere con interventi misurati senza radicali fratture con la tradizione.

Monica Lavagna
Professore associato, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito, Politecnico di Milano

Ultimi articoli pubblicati


I sistemi di rivestimento a parete ventilata e la nuova normativa italiana di settore
Presentate le novità e l’aggiornamento della norma UNI 11018 sui rivestimenti a facciata ven...

Antichi palinsesti in laterizio. L’Anfiteatro Campano tra restauro e miglioramento della fruizione
Il contributo si propone di riflettere sulla capacità del progetto di restauro di comprendere e far...

L’approccio algoritmico alla progettazione dell’involucro e la stampa 3D
Il contributo descrive le opportunità della progettazione algoritmica nel processo produttivo di el...

Misurare la sostenibilità dei processi edilizi attraverso il principio del DNSH
L’obiettivo per la neutralità climatica dell’Europa entro il 2050 passa oggi necessariamen...

Candle Community
McGarry NI Éanaigh Architects
Fondata nel 1978, la Candle Community è un progetto comunitario ubicato a Ballyfermot, un sobborgo ...